Finanziamenti per l'Agricoltura

Vuoi dare una opportunità a tuo figlio ?

Nei mercati finanziari, sono numerose le soluzioni offerte dai vari intermediari relative all'erogazione di un mutuo per l'acquisto di un terreno agricolo e, proprio in questo ambito, hanno particolare rilevanza i finanziamenti ISMEA, l'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, dedicati all'acquisto di terreni agricoli da parte di giovani imprenditori agricoli o soggetti, che abbiano l'intenzione di acquisire la qualifica di imprenditore agricolo. Con questa tipologia di finanziamento, sarà la stessa ISMEA ad acquistare il terreno. Solo successivamente il soggetto richiedente, ne diverrà il legittimo proprietario, attraverso una restituzione del capitale a tassi agevolati rateizzata in ben 30 anni (1 rata annuale per un totale di 30 rate) da corrispondere all'ISMEA stessa.

I requisiti

Per richiedere un finanziamento ISMEA per l'ampliamento o l'acquisto di un terreno agricolo è necessario possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

  • giovane imprenditore con meno di 40 anni;
  • soggetto che intende acquisire la qualifica di imprenditore agricolo a titolo principale o di coltivatore diretto entro 2 anni dall'assegnazione del terreno da parte di Ismea;
  • imprenditori agricoli a titolo principale;
  • coltivatori diretti con meno di 50 anni;
  • cooperative e piccole cooperative agricole di conduzione.
  • Gli esclusi

    Ismea non consente la concessione di finanziamenti, interventi di acquisto e/o di rivendita di terreni agricoli tra genitori e figli, fatta eccezione nei seguenti casi:

  • successione a favore di eredi che prendono in carico la conduzione o la coltivazione dei terreni;
  • prepensionamento a favore di soggetti che subentrano nella conduzione o nella coltivazione dei terreni.
  • La modalità

    Vendita rateale con riserva della proprietà. I giovani imprenditori beneficiari dei finanziamenti Ismea possono acquisire i terreni agricoli tramite la modalità di vendita rateale con riserva della proprietà, attraverso il pagamento rateale del costo e con la riserva della proprietà a favore della stessa Ismea. Questa particolare agevolazione per l'acquisto e l'ampliamento di un terreno prevede, come detto anche in precedenza, un finanziamento rimborsabile con un piano di ammortamento della durata massima di 30 anni, in cui il soggetto assegnatario acquista la proprietà solamente con il pagamento dell'ultima rata.

    Obblighi e limitazioni

    Con la sottoscrizione di un finanziamento Ismea, il periodo di decadenza dai benefici è di 5 anni. La vendita del terreno e il rispettivo riscatto anticipato non possono essere richiesti se non dopo 5 anni, applicando l'obbligo di conduzione diretta del fondo per tutto questo periodo, ferma restando la destinazione agricola del fondo. Inoltre, il terreno di cui si diventa assegnatari con il finanziamento Ismea è gravato del vincolo di indivisibilità per 15 anni, come previsto dall'art. 11 del decreto legislativo n. 228/2001, il quale disciplina le modalità di vendita dei fondi acquistati, usufruendo dei finanziamenti per la proprietà coltivatrice.

    Capitale erogabile

    Non si deve pensare che i finanziamenti Ismea non abbiano dei limiti; anzi essi prevedono dei massimali di aiuto per le imprese e per i giovani imprenditori agricoli che intendono acquistare o ampliare dei terreni agricoli in base a dei parametri stabili con volume massimo per investimenti aziendali agevolati, come riportato nella tabella sottostante.